Archivio > 2011  
 

Frecce Tricolori in assetto, “a servizio” del reparto pediatrico dell’ospedale di Udine

di Marta Pesamosca
da genius-online.it — 15 dicembre 2011 [ fonte ]
 
Passione, dedizione, umiltà e affiatamento.

La perfetta combinazione di questi elementi ha entusiasmato l’animo di tutti i presenti all’iniziativa benefica dedicata alla raccolta fondi a favore del Reparto Pediatrico dell’Ospedale di Udine. L’onda d’urto, in questo caso emotiva, si è generata dall’acrobatico assetto della pattuglia delle Frecce Tricolori, stavolta fra i tavoli della pizzeria/grill “Peperino” situata vicino alla suggestiva Piazza San Giacomo. Leggendo una citazione del capoformazione Pony 1, Jan Slangen, impiegando una delle figura retoriche più utilizzate, il Pony rappresenta la parte in cui il tutto è dato dalla Formazione, si può perfettamente sintetizzare la loro operatività e atteggiamento percepiti a pieno nel corso dell’intera iniziativa: “Il volo delle Frecce Tricolori è un volo completamente ‘a vista’ dove gli occhi sono lo strumento che maggiormente utilizziamo. Su mare, in assenza di riferimenti al suolo, tutto ciò è ancor più marcato e solo l’esperienza e il continuo addestramento garantiscono la corretta esecuzione di ogni manovra”. Infatti anche se ‘non in volo’ e senza la presenza di distese d’acqua e orizzonti a perdita d’occhio, hanno fatto chiaramente trapelare come il vero punto di riferimento e affiatamento di questa squadriglia è dato dalla coordinazione perfetta degli stessi uomini, ‘forma mentis’ riferita alla loro specializzazione e addestramento, in questo caso però senza i mezzi sofisticati e tecnologie avanzate date a disposizione dall’Aereonautica Militare.

Questa volta i Pony non si riconoscevano dalle numerazioni e dai nominativi presenti sulla fusoliera dell’aereo, ma dalla stampa realizzata ad hoc dall’organizzazione sui grembiuli in perfetta immagine coordinata con l’abbigliamento ufficiale che li contraddistingue in ogni occasione. Non si tratta, quindi, di situazioni o contesto ma di metodo. Un’immediata analisi delle condizioni al contorno, con abilità e immediatezza operativa, ha permesso loro di comprendere come meglio operare, agendo di conseguenza, senza sbagliare in alcuna azione o gesto. Stupore da parte di tutti per l’atmosfera entusiasmante che si è così generata. I protagonisti della serata però non sono stati solo i piloti, ma i fortunati presenti all’iniziativa hanno avuto anche la possibilità di entrare in contatto con chi solitamente per la squadriglia stessa lavora dietro le quinte; sia i componenti della squadra di uomini ugualmente affiatata che coordinano gli eventi correlati alla loro immagine sia alcuni degli specialisti che curano invece la manutenzione dei velivoli.

La grande importanza che viene data proprio a questo tipo di eventi a cui le Frecce Tricolori associano la loro immagine, caratterizzandosi così anche a terra, sta ad indicare la forte connotazione di apertura proprio verso l’esterno. Anche questa volta l’obiettivo di coinvolgere e far immedesimare il pubblico presente con ogni singolo pilota, come avviene durante le grandi manifestazioni a cui partecipano, ha permesso di comprendere quanto sia complesso il volo trasmettendo anche valori umani, professionali e tecnologici che sono alla base della loro attività. Intenzione perfettamente riuscita grazie alla consolidata passione con cui hanno dato personalmente informazioni utili nel far intendere la loro entusiasmante attività, mettendo a disposizione dei presenti del materiale promozionale attraverso il quale durante la cena è stato possibile venire a conoscenza della realtà Frecce Tricolori a 360 gradi.

Infatti, il flusso di informazioni, emozioni e sensazioni che la squadra ha messo a disposizione degli appassionati ha generato un reciproco momento di scambio di esperienze; le loro esperienze di vita hanno testimoniato a tutti i livelli e situazioni come una squadra è tale se e solo se tutti i componenti ne possono condividere gli obiettivi possono far propri gli ideali di affiatamento, professionalità ed impegno. Sintomatica del grande successo ottenuto è stata la sinergia degli staff organizzativi della location “Peperino”, mettendo a menù prodotti come sempre d’ eccellenza e di grande qualità grazie ai quali negli anni si sono affermati nel settore della ristorazione, e delle Frecce Tricolori è stato leggere a fine serata il grandissimo entusiasmo nelle espressioni sia da parte del pubblico che dei piloti stessi.

” Ogni giorno ciascuno di noi compie la sua impresa, piccola o grande che sia. Ogni impresa ha bisogno di un sogno che dia la forza di andare avanti e di superare tutti gli ostacoli che troviamo sul nostro cammino. Ma c’è un sogno più grande che riguarda tutti. È  il desiderio di realizzare un futuro migliore. Per questo non siamo mai soli. C’è qualcuno che ogni giorno con dedizione e coraggio vigila su di noi e si prodiga affinché il mondo diventi un luogo più sicuro”. 

Questo pensiero (tratto da: www.aeronautica.difesa.it) dovrebbe far intendere come a partire dal singolo bisognerebbe procedere verso un’idea di sistema più ampia, facendo terminare definitivamente il periodo ormai di assoluta decadenza che il nostro Paese sta vivendo sia in termini di umanità, altruismo e proiezione al futuro in cui non viene più data importanza al comune sentire e benessere ma ai vantaggi dei ‘soliti pochi noti’. Ci auguriamo che attraverso il nostro Tricolore si possa così diffondere maggiormente la tipologia di eventi legata al fund rising, attività non ancora così organizzata e messa a sistema in Italia. Considerando come le Frecce Tricolori possano rappresentare il simbolo ideale per suscitare tale atteggiamento virtuoso, partendo da questa sede che ha gestito magistralmente le ‘operazioni’ nella terra che ha dato i natali alla pattuglia delle Frecce Tricolori ormai 50 anni fa, contaminando soprattutto i giovani con tutta l’energia positiva, ottimismo e carica con cui ha coinvolto i presenti a questo evento d’eccezione nel centro storico della città di Udine.

“Virtute Siderum Tenus”, “con valore verso le stelle”.

Torna all'archivio »
Home - Chi siamo - Ten. Pil. Facchinelli - Attività - Calendario - Clubs - Archivio - Links - Contattaci
2010 © Club n°40 - Per le immagini dove indicato © P. A. N.
Graphics by Webdire