Archivio > 2010  
  Frattini premia le Frecce Tricolori
A pattuglia nazionale il terzo Winning Italy Awards
da notizie.virgilio.it - 7 dicembre 2010 [ fonte ]
 
 

Roma, 7 dic. (Apcom) - Il ministro degli Esteri, Franco Frattini, ha consegnato alla Pattuglia acrobatica nazionale (Frecce Tricolore) il terzo Winning Italy Awards, il riconoscimento assegnato dal ministero degli Esteri a coloro che hanno saputo promuovere e valorizzare l'immagine dell'Italia nel mondo. La Pattuglia acrobatica, che quest'anno celebra i suo 50 anni di attività, rappresenta il reparto dell'aeronautica militare che interpreta al meglio la sintesi della professionalità e della capacità operative ed addestrative del personale della forza armata.

Durante la cerimonia di premiazione, il comandante della pattuglia, Marco Lant, ha invitato Frattini e il sottosegretario alla Difesa, Giuseppe Cossiga, anch'egli presente alla cerimonia, a un giro di prova su uno dei veivoli. "Riuscirò a tenere gli occhi aperti durante l'evoluzione", ha detto scherzando Frattini, che ha poi elogiato la Pattuglia acrobatica per "l'abilità, l'abnegazione e la tecnica". "Ogni volta vedere le Frecce Tricolori mi dà una grande emozione", ha aggiunto il ministro.

Frattini ha quindi spiegato che le risorse destinate all'attività della Pattuglia acrobatica sono considerate dal governo come "un investimento". "Il ritorno per l'immagine dell'Italia, il prestigio straordinario che l'Italia si guadagna nel mondo grazie alla Frecce Tricolori sono di gran lunga superiori alla risorse investite" ha sottolineato Frattini. "Per l'Italia ci sono una grande convenienza e un vantaggio in termine di immagine, di prestigio e di ruolo nel mondo", ha concluso il ministro.

 
  MB-339, un simbolo dell’eccellenza varesina nel mondo
L’Aermacchi delle Frecce Tricolori premiato col «Winning Italy Award»: un mezzo concepito e realizzato sul territorio
da ilgiorno.it - 9 dicembre 2010 [ fonte ]
 
  Venegono Superiore, 9 dicembre 2010 - Frecce tricolori, orgoglio italiano e varesotto. Il ministro degli Esteri Franco Frattini ha premiato la pattuglia acrobatica nazionale, nota per le sue esibizioni in tutto il mondo, con il «Winning Italy Award», riconoscimento assegnato dalla Farnesina a coloro che più di altri hanno saputo promuovere l’immagine e la reputazione del nostro Paese nel mondo. Un’onorificenza che appartiene anche al territorio. I funamboli dell’aria, infatti, volano a bordo di MB-339, addestratore progettato e costruito nello stabilimento Aermacchi di Venegono Superiore, oggi parte del gruppo Finmeccanica. Un prodotto al 100% italiano e, soprattutto, al 100% varesino.

Tutto il ciclo di realizzazione di questo velivolo, così come degli altri gioielli di casa Alenia Aermacchi, infatti, è completato negli uffici e nei capannoni venegonesi. Dal primo disegno abbozzato su carta fino all’ultimo bullone avvitato sulla fusoliera. La passerella di ieri è stata l’occasione per tributare il giusto omaggio a uno dei marchi di successo del «Made in Italy». Le Frecce Tricolori, ha detto il ministro Frattini durante la cerimonia di premiazione a Villa Madama di Roma, danno all’Italia «un grandissimo orgoglio perché macchine e piloti hanno la bandiera italiana addosso e fanno vedere al mondo la nostra eccellenza».

Per il titolare della Farnesina, che ha poi accettato l’invito a salire su uno degli aeroplani per un giro di prova, vedere le evoluzioni delle Frecce rappresenta «una emozione molto forte» e dà anche «un po’ di batticuore ai normali spettatori». Per questo, ha concluso il suo ragionamento Frattini, le Frecce si meritano un grazie per quello che fanno, «perché nelle mie missioni in giro per il mondo sono pochi quelli che non vi conoscono». Alla premiazione hanno partecipato i dodici componenti della pattuglia e il loro comandante, Marco Lant, ha sottolineato che questo premio e’ un riconoscimento «a tutte le forze armate che operano anche lontano dagli applausi e dagli sguardi». Per il sottosegretario alla Difesa Giuseppe Cossiga, le Frecce sono «un esempio di saper fare squadra, una cosa di cui oggi siamo capaci anche come paese».

La serata è stata introdotta da un intervento dell’ingegner Carmelo Cosentino, amministratore delegato di Alenia Aemacchi, il quale ha raccontato alla platea la storia dei velivoli, sottolineando il patrimonio di simpatia guadagnato dalla truppa acrobatica e, di riflesso, dal nostro paese con i loro show in giro per il mondo. Il premio alle Frecce Tricolori cade nei festeggiamenti per i 50 anni di attività. Dal 1961, infatti, la squadra di acrobati vola su aerei Aermacchi. Prima i G-91. Poi, dall’82, gli MB-339. Considerate ambasciatori dell’Italia nel globo, le Frecce Tricolori sono l’unica pattuglia acrobatica a solcare i cieli in formazione da dieci elementi. Nove velivoli, infatti, sono affiancati da un solista, chiamato ad acrobazie individuali, ma anche a fare da «direttore di orchestra». Caratteristico degli spettacoli, e sempre molto apprezzato dal pubblico è il fumo tricolore emesso durante le loro giravolte.
 
Torna all'archivio »
Home - Chi siamo - Ten. Pil. Facchinelli - Attività - Calendario - Clubs - Archivio - Links - Contattaci
2010 © Club n°40 - Per le immagini dove indicato © P. A. N.
Graphics by Webdire