Archivio > 2010  
  Frecce tricolori, 50 anni di acrobazie nei cieli del mondo
Presentato alla Friuli il libro che ricostruisce la storia della pattuglia. Un filmato inedito sui voli pionieristici a Campoformido negli anni 30
di Renato Schinko
Messaggero Veneto 6 febbraio 2010
 
  «Quando un uomo entra nelle Frecce Tricolori ci rimane per tutta la vita». La dimostrazione sulla veridicità di questa frase è arrivata ieri sera alla libreria Friuli dove, alla presentazione del libro dal titolo Frecce Tricolori. La storia (Grafiche Battivelli), sono intervenuti ben tre ex piloti della pattuglia acrobatica. L’autore dell’opera è il generale Gianfranco Da Forno, egli stesso un ex delle Frecce, che ha curato il volume utilizzando immagini inedite sia della sua personale collezione, sia degli archivi della Pattuglia acrobatica nazionale e dello Stato maggiore dell’Aeronautica. Ma all’interno della pubblicazione ci sono anche le splendide immagini scattate da fotografi di fama mondiale, come Katsuhiko Tokunaga. I tre ex piloti Corrado Salvi, Massimo Montanari e Piero Purpura, insieme a un folto pubblico, hanno cosí abbracciato l’autore che, dopo un lungo periodo passato nelle Frecce in qualità di speaker, ha deciso di
rendere omaggio non soltanto a un reparto dell’Aeronautica, ma a una parte importante di quella che può considerarsi
una famiglia.
Il libro, concluso nel dicembre dell’anno scorso, è stato proposto in occasione del 50° anniversario della pattuglia. «È nato dalla necessità di fornire agli appassionati un’esauriente documentazione sul nostro mondo – ha spiegato Da Forno –, ma lasciando anche la possibilità di aggiornarla attraverso gli ormai tradizionali fascicoli che ogni anno la Pan pubblica alla prima uscita ufficiale».
Poi il generale ha riepilogato le tappe che hanno portato al volo acrobatico in pattuglia. «Nel 1920 – ha spiegato – c’è stata la prima manifestazione con velivoli in formazione vicino a Londra». Poco dopo nacque il primo stormo caccia a Campoformido che avrebbe fatto scuola a tutte le aeronautiche militari del mondo. «Quel Dna è stato trasmesso alle Frecce Tricolori che nacquero nel 1961 e ora la stessa Pan trasmette questa importante eredità a tutte le formazioni aeree del pianeta».
Ma le immagini spiegano meglio di qualsiasi parola quello che i piloti hanno sempre saputo fare. È stato cosí proiettato
un filmato con i primi voli in pattuglia sopra i cieli di Campoformido nei primi anni 30, fino ad arrivare alla nascita
delle Frecce. «Il programma dello show aereo di oggi è molto simile a quello del 1961 – ha concluso Da Forno – e le
poche modifiche che sono state apportate sono avvenute dopo anni di studi e allenamenti».
 
  Renato Schinko  
Torna all'archivio »
Home - Chi siamo - Ten. Pil. Facchinelli - Attività - Calendario - Clubs - Archivio - Links - Contattaci
2010 © Club n°40 - Per le immagini dove indicato © P. A. N.
Graphics by Webdire