Archivio > 2009  
  Frecce Tricolori, oggi il debutto a Rivolto
di Giuseppe Cordioli
Messaggero Veneto 01 maggio 2009
 
  RIVOLTO. Ci sarà anche il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, stamane ad assistere all’esordio delle Frecce tricolori per la stagione 2009. I cancelli della base saranno aperti alle 8 per consentire al pubblico di riversarsi a bordo pista, dove dalle 11 decolleranno i velivoli che daranno vita all’atteso air show. Si prevede un grande afflusso di pubblico e la strada statale Pontebbana, per garantire la massima sicurezza durante l’esibizione, resterà chiusa al traffico nel tratto compreso tra l’incrocio di Basagliapenta e la rotonda di Zompicchia: dalle 8.30 alle 13. Soltanto chi ha l’apposito pass potrà transitare fino all’ingresso della base. Per consentire l’accesso degli spettatori nella base di Rivolto saranno aperti i cancelli del lato sud dell’aeroporto, Villaccacia per chi proviene da Udine e quello sulla Strada provinciale 95, per coloro che arrivano da Pordenone. I cancelli della base saranno chiusi alle 13. Per l’air show è stato previsto un parcheggio per disabili e un’area a loro riservata per seguire le evoluzioni dei velivoli della Pan. Per evitare le prevedibili code, in particolare in uscita, quando sarà conclusa la manifestazione, è consigliabile utilizzare la bicicletta o il ciclomotore, che si potranno parcheggiare all’interno della base, negli appositi spazi riservati.
La Pattuglia acrobatica nazionale sarà senza dubbio la protagonista della giornata e si esibirà per le migliaia di appassionati dei club Frecce Tricolori ai quali, per consuetudine, è dedicata l’inaugurazione di ogni stagione. Ma i piloti delle Frecce tricolori non saranno soli: il programma di volo della giornata infatti è stato arricchito dalle dimostrazioni dei velivoli del Reparto sperimentale di volo dell’Aeronautica Militare e degli elicotteri del 15° Stormo. Insieme con i dieci Aermacchi Mb 339 Pan, a partire dalle 11, gli spettatori potranno ammirare anche il C-27J, il Tornado, l’Amx Ghibli, l’Eurofighter 2000 Typhoon
e poi un elicottero Ab 212 e un HH-3F: il primo darà il via alla manifestazione sfilando con la bandiera lungo l’asse pista, mentre il secondo effettuerà una dimostrazione combat Sar. L’intera manifestazione sarà trasmessa in diretta televisiva su Rai Sport Più (in chiaro sul canale 227 di Sky e visibile anche sul digitale terrestre) dalle 11 alle 13.15, mentre su Raidue dalle 15 alle 17.15 ci sarà la differita. Le immagini della manifestazione saranno intervallate da scorci dei paesaggi
regionali dal mare alla montagna, portando sugli schermi di tutta l’Italia le bellezze delle quattro province del Friuli Venezia Giulia.
 
  Giuseppe Cordioli  
  Frecce Tricolori, 30mila con il naso all'insù
di Giuseppe Cordioli
Messaggero Veneto 03 maggio 2009
 
  RIVOLTO. Le condizioni meteorologiche ideali (sole e temperature non troppo elevate) hanno fatto sì che oltre 30 mila persone si riversassero sulla pista dell’aerobase di Rivolto per il debutto delle Frecce tricolori. Quella che è cominciata con la manifestazione aerea del 1° maggio è la 49ª stagione della Pattuglia acrobatica nazionale. Quest’anno il debutto, al
quale c’era presente anche il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, è coinciso con l’unica esibizione voluta dall’Aeronautica militare, in quanto è stata decisa una linea sobria in linea con i tagli alle spese imposti dalla crisi economica. Inoltre l’air show è stata l’occasione per lanciare l’iniziativa benefica a favore dei terremotati d’Abruzzo.
«L’Aeronautica militare è vicina ai terremotati d’Abruzzo»: ha detto il generale Daniele Tei, Capo di stato maggiore dell'Aeronautica, a margine di una manifestazione delle Frecce tricolori. «Abbiamo organizzato una raccolta di fondi
- ha detto Tei - per manifestare la nostra vicinanza a quelle popolazioni». Il programma della “prima” si è svolto secondo il programma: ad aprire lo show è stato il passaggio di un elicottero del 15° Stormo con un’enorme bandiera, appesa sotto il velivolo. Subito dopo si è alzato in volo anche enorme Augusta-Sikorsky HH-3F. Il folto pubblico ha sottolineato con calorosi applausi l’esibizione del C27J “Spartan” (un biturbina che ha trovato numerosi acquirenti nel mondo, compresa l’aviazione statunitense). Il grosso aereo da trasporto è in grado di decollare e atterrare in piste non preparate lunghe meno di 500 metri. Questa sua caratteristica ne ha permeso l’utilizzo in missioni umanitarie dopo il terremoto del 6 aprile scorso in Abruzzo, la prima con il trasporto d’urgenza di 19 feriti prelevati dall’aeroporto aquilano di Preturo. È stata poi la volta dell’esibizione di un Amx, un Tornado e di un Eurofigther “Typhoon” del Reparto sperimentale volo. Ma le migliaia di appassionati arrivati da tutta l’Italia, grazie alla splendida organizzazione dei Club Frecce tricolori (sono ormai 120), hanno avuto modo di assistere alla prima esibizione stagionale dei piloti della Pan. Il comandante, maggiore Massimo Tammaro, dalla postazione che
si trovava davanti al palco delle autorità, ha impartito l’ordine per il decollo e i dieci Aermacchi Mb 339 sono sfilati uno alla volta, per poi alzarsi in cielo con la formazione completa (due linee con 5 velivoli ciascuna). Manovra questa che si può vedere solo a Rivolto. Finiti i 25 minuti dello show i piloti sono stati presentati, uno ad uno, al pubblico.
 
  Giuseppe Cordioli  
  Scarica la rivista Airplanes  
Torna all'archivio »
Home - Chi siamo - Ten. Pil. Facchinelli - Attività - Calendario - Clubs - Archivio - Links - Contattaci
2010 © Club n°40 - Per le immagini dove indicato © P. A. N.
Graphics by Webdire