Archivio > 2008  

Solista che va solista che viene

dal "For Men magazine" - n° 63, giugno 2008, p. 98
Nel 2007 è terminata la carriera di solista del maggiore Andrea Rossi, che ora addestra il suo erede Simone Cavelli, che sarà almeno per i prossimi due anni il nuovo Pony 10.

Magg. pilota Andrea Rossi - Pony10
Nato a: Roma, 10-04-1971
Altezza: 178 cm Peso: 70 kg
Nella PAN dal 1999
Cap. pilota Simone Cavelli - Pony 10
Nato a Asti, 22-12-1974
Altezza: 178 cm Peso: 75 kg
Nella PAN dal 2003

Essere il solista è il sogno di tutti i piloti della Pan, non è vero?
Sicuramente il solista ha il ruolo più spettacolare per chi assiste da terra a un'esibizione delle Frecce Tricolori; sono molto fortunato a essere stato chiamato a ricoprire questo ruolo.

Perché hanno scelto te?
Penso che sia a seguito di un compromesso tra l'esperienza conseguita all'interno dei ruoli che ho ricoperto sinora e l'anzianità professionale all'interno della Pattuglia.

Cosa differenzia la preparazione del Pony 10 rispetto a quella degli altri nove?
Dal punto di vista tecnico le manovre effettuate dal solista sono uniche e vengono tramandate di solista in solista.
Quando inizia l'addestramento, l'allievo solista non conosce la tecnica di quelle manovre perché non le ha mai provate.
Dal punto di vista fisico è necessario un incremento notevole dell'allenamento delle gambe, che agiscono sulla pedaliera dell'aereo in modo molto più incisivo.

Questa sarà certo la domanda più frequente che ti viene posta: "II solista è un pazzo?".
No, tutt'altro! La dote più apprezzata in questo ruolo è l'equilibrio... parlo dell'equilibrio mentale.

Quali emozioni provi nel lasciare la Pan?
Mi sento soddisfatto di aver raccolto una grande esperienza e opportunità con la certezza di avere sempre dato il massimo e di avere sempre colto ogni occasione; se da un certo punto di vista può essere triste lasciare un'attività e un ambiente così particolari, c'è anche la serenità di essere stato tra i pochi fortunati ad aver potuto vivere quest'esperienza. Porterò sempre con me tanti ricordi preziosi, perciò la serenità dopo tutto prevale in questo momento.

Durante l'addestramento con il nuovo solista. ritrovi le emozioni di quando eri tu ad essere addestrato?
l ricordi tornano alla memoria ìn ogni momento del suo addestramento, ed è bene che sia cosi perché il nostro è un insegnamento che si tramanda soprattutto con la pratica, e io cerco di trasferire in Simone tutto ciò che non solo io, ma anche chi mi ha preceduto in questo ruolo particolare, ha voluto raccogliere come memoria storica da tramandare.

Di cosa si occupa un solista delle Frecce Tricolori dopo aver militato per tanti anni nella Pan?
Continuerò la mia attività di pilota militare: prevedo di essere impiegato a Ciampino presso il 31° Stormo, lo stormo
deputato a effettuare il trasporto delle personalità e i trasporti umanitari e sanitari, quindi una nuova sfida volando su aeroplani diversi per un'attività totalmente differente. Sono contento, sereno, motivato e ansioso di affrontare questo nuovo aspetto del volo militare nella nostra Aeronautica.
Torna all'archivio »
Home - Chi siamo - Ten. Pil. Facchinelli - Attività - Calendario - Clubs - Archivio - Links - Contattaci
2010 © Club n°40 - Per le immagini dove indicato © P. A. N.
Graphics by Webdire