Archivio > 2001  
  1° maggio 2001- Inaugurazione ufficiale della stagione con una manifestazione "riservata" ai Clubs
Gli articoli sono tratti dal "Messaggero Veneto" del 3 maggio 2001 (cliccate su ciascun titolo per visualizzare l'articolo):
* In diecimila per l’esordio delle Frecce
* «Abbiamo la possibilità di migliorare ancora»
 
  Sulla base di Rivolto la prima esibizione stagionale per la pattuglia acrobatica nazionale dell’Aeronautica
In diecimila per l’esordio delle Frecce
Emozionante debutto per il capitano Marco Lant, friulano di Bertiolo ai comandi di un Aermacchi


Un’esibizione quasi perfetta, quella dei piloti delle Frecce tricolori, che di fatto ha aperto la stagione 2001 della Pattuglia acrobatica nazionale dell’Aeronautica militare italiana.
L’anteprima italiana s’è svolta con una cornice di pubblico formata da circa diecimila persone, in larga parte iscritti agli 86 Club di supporters della Pan, ma anche parenti e amici, tutti muniti di biglietto d’invito per poter accedere alla base di Rivolto, i quali incuranti del caldo improvviso sono rimasti per tutto il tempo dell’esibizione sotto un sole estivo.
Tra i dieci piloti che si sono alzati in volo, alle 11.30, agli ordini del comandante delle Frecce, tenente colonnello Maurizio de Rinaldis, uno era più emozionato degli altri: il capitano Marco Lant di Bertiolo.
«Ho cercato di non pensarci, ma all’emozione di volare in formazione con le Frecce tricolori (che da sola potrebbe bastare), s’è aggiunta quella di essere sopra il cielo del mio paese natio. Non dico che ho avuto il tempo di riconoscere il tetto della casa dove abitano i miei genitori, anche perchè avevo altri pensieri in quel momento per la testa, però un pensierino l’ho fatto...».
E’ la testimonianza di Marco Lant, raccolta appena sceso dall’Aermacchi Pony 9, il secondo fanalino, il velivolo che chiude la formazione in volo. Nonostante le quasi 1.500 ore di volo alle spalle Marco Lant, non nasconde l’emozione e non si atteggia a “top gun”, ma resta quel ragazzo genuino e semplice che era abituato a sentire il rumore dei velivoli in addestramento, sognando di poter un giorno pilotare uno di quegli aerei. E quel sogno è diventato realtà.
Visibilmente soddisfatto, ma con un velo di tristezza per le condizioni di salute di un sottufficiale addetto alle manutenzioni, il comandante de Rinaldis ha presentato uno ad uno i piloti che si esibiranno nel corso della lunga stagione 2001. Un programma che era cominciato il 28 marzo con un sorvolo dell’Accademia aeronautica di Pozzuoli, poi le Frecce si sono esibite in Spagna il 22 aprile, e continueranno fino a novembre quando si svolgerà la trasferta negli Emirati arabi e in Siria. Alle spalle del nuovo leader della Pan, il capitano Paolo Tarantino, voleranno i capitani Massimo Tammaro, Rudy Barassi, Mario Ferrante, Giovanni Adamini, Alessandro Fiascchi, Andrea Rossi, Urbano Floreani, Marco Lant e il solista Dimitri Marzaroli.
Una squadra che è ben supportata a terra dall’ottimo lavoro svolto dagli specialisti, coordinati dal capo sezione efficienza velivoli, maggiore Giacomo Zanelli, e dal responsabile della sezione tecnica e programmazione, capitano Stefano Comisso. Il maggiore Adriano Vendramin è il capo ufficio comando, mentre il compito di coinvolgere il pubblico che assiste alle manifestazioni spetta allo speaker, il tenente Andrea Saia, che si occupa anche delle pubbliche relazioni della Pan, con il quale collabora anche il sottotenente Alberto Piccoli.
 
Inizio pagina ˆ - Pagina precedente « - Torna all'archivio »
  «Abbiamo la possibilità di migliorare ancora»
Il capoformazione della Pan giudica il volo inaugurale della stagione


«Non è stato il volo più bello dal punto di vista tecnico, ma accade sempre così quando si cerca di dare il massimo». Mostra ben evidenti i segni della tensione sul volto, il capitano Paolo Tarantino, il capoformazione delle Frecce al termine dell’esibizione. Ha voluto prima stringere la mano ai sottufficiali della linea di volo, e il suo pensiero si rivolge al maresciallo Agostino Spinelli, che giace su un letto del reparto di rianimazione dell’ospedale di Udine e lotta con la morte a seguito di un terribile incidente stradale.
«Avrei preferito non volare pur di vedere Agostino qui con noi - ha continuato Tarantino-. Eravamo pronti a cancellare tutto ma i suoi familiari, dando prova di una forza d’animo unica, hanno saputo convincerci che questo era il modo migliore per testimoniare tutto il nostro affetto, in momento così difficile».
Al termine dell’applauditissima esibizione c’è stata, infatti, una brevissima quanto triste cerimonia. Ai familiari di Agostino Spinelli, che da giorni vegliano al capezzale del suo letto, sono stati consegnati i gradi di maresciallo. La sua nomina era arrivata solo il giorno prima e così i piloti della Pan hanno chiesto al comandante di dedicare uno spazio della manifestazione, per questa breve ma significativa cerimonia.
Il tenente colonello de Rinaldis prima di consegnare al padre di Agostino Spinelli i gradi di maresciallo, con voce commossa ha detto:«Aveva lavorato fino a mrtedì scorso per far sì che i nostri aerei fossero efficienti, quindi se oggi l’esibizione è riuscita è anche merito suo». Un fortissimo applauso s’è levato dalla folla, che ha compreso il drammatico momento vissuto dai piloti e da tutti coloro che fanno parte del 313° Gruppo.
Ritornando al volo inaugurale il capitano Tarantino ha aggiunto:«Abbiamo sicuramente ampi margini di miglioramento, anche perchè di solito le Frecce riescono a esprimersi al meglio verso il mese di luglio. Sono sicuro che l’affiatamento di questo team ci permetterà di tenere alto l’onore anche quest’anno».
Una tesi confermata anche dal supervisore all’addestramento acrobatico, il tenente colonnello pilota, Stefano Miotto, che ha messo la sua esperienza al servizio della Pan. «E’ una formazione tecnicamente molto valida, e nonostante siano solo all’inizio della stagione i piloti hanno sfoderato una prova degna della pattuglia».
 
Inizio pagina ˆ - Pagina precedente « - Torna all'archivio »
Home - Chi siamo - Ten. Pil. Facchinelli - Attività - Calendario - Clubs - Archivio - Links - Contattaci
2010 © Club n°40 - Per le immagini dove indicato © P. A. N.
Graphics by Webdire